Filo d’Erba


Promise me to be found here without me

“Se non puoi essere albero, sii filo d’erba” J.F.Kennedy .

Il piccolo filo d’erba ondeggiava calmo al refolo di vento, musica di quella giornata di primavera. Respirava aria pura, in quel prato d’alta quota. Il rumore che giungeva su quell’angolo di paradiso, racchiuso dei monti che facevano da fondale, era quello del silenzio più assoluto, talmente profondo da essere assordante. Era il silenzio della montagna, che impone rispetto senza eccezioni. Le vette innevate declinavano all’orizzonte, facendo sentire la loro voce attraverso il vento: una voce vecchia migliaia di anni, che non aveva a che fare con quella debole e patetica dell’uomo, o ripetitiva e insistente del mare. Quello era il rumore della terra, era il respiro del mondo. Il cielo turchese sembrava un dipinto di un altro universo, statico, come se tutto ciò che si vedeva lontano fosse solo una fotografia. Il sentiero correva rapido su per i colli, tagliando i prati, correndo con i ruscelli, salendo i declivi. Guardando indietro si aveva la vertiginosa vista di un mondo in discesa: piccolo, inerme, coatto. Cosa ne sapevano quelli che vivevano laggiù del piccolo prato di smeraldo? Che cosa gliene sarebbe mai potuto importare alla gente, che non sapeva nulla della bellezza? Della bellezza stupefacente di un piccolo filo d’erba, in mezzo a migliaia di piccoli fili d’erba

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...